INTERVISTA A MATTUNE

Maurizio Verardi, in arte Mattune, è un giovane artista salentino con la passione per la musica in levare contaminata da quella popolare. Il suo primo disco ‘Strade di paese’, che è stato anticipato dall’uscita di due video, rappresenta l’amore per la musica e per il suo paese. In questa intervista racconta il suo percorso musicale e la nascita di questo lavoro discografico.

 

Ciao Mattune, perché questo nome d’arte?

Rispondendo penso a mio nonno. Sì, perché è proprio a lui che ho “rubato” questo soprannome, lo chiamavano così perché aveva la testa dura ed era un grande lavoratore, non so tra le due quale mi si addice di più, ma mi sono sentito parte di questa sua particolarità.

 

Quando hai capito la tua passione per la musica e perché proprio quella reggae e popolare?

Mi ricollego a mio nonno, penso a lui con un tamburello in mano e l’armonica sul tavolo, che mi insegna gli stornelli di musica popolare. Così inizia tutto, il mio amore per la musica e l’esigenza di cantare per sentire quel senso di benessere interiore che solo quest’ultima mi può dare. La musica popolare è  sempre stata suonata per strada o nelle case in campagna, trasmette semplicità e tradizione; il reggae è una musica di lotta, espressione di messaggi sociali e di vita comune con un ritmo allegro e incalzante; è così che ho capito la mia direzione.

 

Come è nato il tuo primo album ‘Strade di paese” e come mai questo titolo?

Volevo esprimere il mio percorso artistico dalle prime cantate con gli amici, fino ai palchi e all’incisione di un disco. Il titolo è un richiamo all’origine della mia storia musicale, iniziata cantando i miei primi testi per le strade del mio paese, durante le serate passate seduti su un muretto.

 

L’album è stato anticipato da due video ‘Strade di paese’ e ‘12Mc’s’, perché la scelta proprio di questi due singoli?

“Strade di paese” è stato la mia presentazione, richiama il concetto detto prima per il titolo dell’album, visto che nel brano hanno partecipato tutti musicisti conterranei (a parte il bassista) ho voluto girare il video proprio a Matino, il mio paese d’origine.

La musica è bella se unisce e non se rispecchia solo competitività, visto che “I 12 Mc’s” coinvolge dodici cantanti di diversa origine e genere musicale, in cui ognuno tira fuori il suo “stile” musicale, pensavo fosse adatto per fare arrivare questo messaggio.

 

Chi sono i tuoi punti di riferimento musicale?

Ascolto tutta la musica black, dal reggae, all’ hip hop, fino al funk, al soul, al jazz, mi piace prendere ispirazione e cercare di entrare nella testa dell’artista che sta cantando e ha creato la melodia, perciò non ho un riferimento in particolare, ma più fonti dalle quali posso prendere spunto per migliorare.

 

Dove è possibile acquistare il tuo album?

Su tutti i digital stores presenti in rete quali iTunes, Play Store, amazon etc.. Le copie fisiche per adesso potranno essere acquistate contattandomi direttamente info.mattune@ymail.com oppure su staff@lagrandeonda.com

 

Sei in tour? Lascia alcune date dove sarà possibile ascoltarti dal vivo

Sto facendo un po’ di date di presentazione. Per adesso sarò il 19 marzo al Life Club – Ex Cargo (Firenze), il 28 marzo al Communia (Roma) e il 4 aprile al csoa Spartaco (Roma).

 

*Intervista pubblicata su Spagine 22/03/15