VALERIA UP BEAT RACCONTA LA SUA PARTECIPAZIONE AL TERZO VOLUME DI WOMEN IN BLACK

Ciao Valeria è un piacere averti qui su Music in Black. Presentati a chi sta leggendo l’intervista…
Ciao sono Valeria Quarto in arte Valeria Upbeat e sono una musicista barese. Attualmente suono in una rock’n’roll band ma appena posso ritorno alla mia passione per la reggae Music, infatti negli ultimi anni ho prodotto diversi brani da solista o in collaborazione con altri artisti. Mi piace la musica a tutto tondo l’importante è che mi trasmetti vitalità, sentimento e messaggio, forse uno dei motivi che mi lega a questo genere soprattutto alle sue manifestazioni più vecchie e old school.

Hai partecipato al progetto Women in Black vol. 3, cosa ti ha spinto ad accettare?
Ho accettato di partecipare a questo progetto innanzi tutto per la stima che ho nei confronti di Alessandra con la quale ci siamo subito trovate bene, poi perché è un progetto interessante e unico nel nostro panorama italiano che come purtroppo si sa è ancora parecchio dominato dalla componente maschile.

Pensi che la condivisione e l’unione, aspetti principali del progetto, siano importanti nella musica?
La condivisione e l’Unione sono per me l’aspetto fondamentale della musica. Amo suonare nelle band per il rapporto che si crea con gli altri che è differente da tutti i tipi di rapporti sociali, amo fare le jam perché ti metti a confronto diretto con l’altro attraverso questo linguaggio universale ma allo stesso tempo personalissimo che è appunto la musica!

Lascia un messaggio a chi ti sta leggendo…
Il mio messaggio per chi mi sta leggendo: spesso mi capita sentirmi dire ‘che bello tu canti…a io canto ma solo sotto la doccia, oppure mi piacerebbe cantare ma sono stonatissimo’… beh la mia risposta è Canta! Canta comunque! Non bisogna pensare al canto come in vista di una performance oppure diretto ad un pubblico oppure sentirsi sotto pressione di un giudizio… il canto è qualcosa che abbiamo dentro da quando nasciamo, così come il ritmo… per cui mai frenarlo ma liberarlo sempre e comunque, appena si sente il bisogno di cantare!!! 🙂

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *