“BEAT OF RESISTANCE”: IL CANTO CONTRO LA REPRESSIONE DELLA BAND GRUP YORUM

BEAT OF RESISTANCE denuncia la repressione Turca ai danni del Grup Yorum, band che da anni si oppone con la propria musica allo stato di dittatura di Erdogan.
Cantanti e musicisti uniti per esprimere solidarietà a Grup Yorum, che nella sua costante RESISTENZA, ha appena perso purtroppo Ibrahim ed Helin, e agli avvocati del popolo, tutt’ora in sciopero della fame.
Gli ITALIAN FREEDOM FIGHTERS si formano spontaneamente rispondendo ad una “chiamata alle armi” del Comitato Solidale Grup Yorum che, avendo l’esigenza di estendere la lotta contro la repressione di Erdogan a 360°, decide di coinvolgere gli artisti.

Le voci sono:
TREBLE LU PROFESSORE (The Dangeroots), JULIA LENTI, TONY (Cattivo Sangue), GIULIO FERRANTE (Radici nel Cemento), LIZARD (Shock very noise), ROCKY GANJAVOX (The Dangeroots), CHALA DZ CHAM (The Dangeroots), SPEAKER TEX, NUR-GUL, FILOMENA DE LEO (Medinabox), FIDO GUIDO, TINA MINERVA (La Rocha), RIFLE
E cinque musicisti: RAINA (keyboard, bassline), ADRIANO BONO (flauto ukulele),  POPPY CIRCUITELEMENT (sinth e campioni drum), LUIGI MIACOLA The navigator trumpet(TheDangeroots), COSIMO MIACOLA trombone Young t bone,(The Dangeroots)

Musiche di Tony Cattivo sangue, Treble Lu Professore, Raina, Luigi e Cosimo Miacola, Adriano Bono, Poppy Circuitelement.
Mix e Master: Treblestudio.

Un pensiero riguardo ““BEAT OF RESISTANCE”: IL CANTO CONTRO LA REPRESSIONE DELLA BAND GRUP YORUM

  • Maggio 25, 2020 in 5:49 pm
    Permalink

    Alessandra ….hai un grande cuore che va oltre a tutto! La musica è libertà e abbatte tutti i muri!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *