SHOCK VERY NOISE: “SE VUOI DAVVERO DIRE IL TUO PENSIERO CON LA MUSICA, NESSUNO PUÒ FERMARTI”

Ciao Shock Very Noise presentatevi come band ai lettori di Music in Black

Tutto è nato da piccole-infinite frequenze avvertite tra di noi, abbiamo semplicemente alzato il volume ed eccoci qua con il nostro progetto musicale! Legati alla vecchia scuola anni ’90, innamorati della drum machine electribe suonata dalla Dj producer e chitarrista CIRCUIT ELEMENT (Poppy).

I suoi suoni si intrecciano con quelli della sua chitarra e con software come Ableton Live, dando musica e vita ai testi dello speaker noise, LIZARD (Antonio Carelli).

Hip Hop ed Elettronica si abbracciano, la realtà che ci circonda si incontra e si scontra con la nostra intimità e con i nostri sogni. I testi dei brani parlano del mondo reale, delle ingiustizie, degli abusi del potere; raccontano come gira il mondo e come dovrebbe invertire rotta; narrano viaggi interiori del nostro IO più profondo.

Musica, Voci e Teatro-Noise un viaggio tra suoni e performance che vanno a plasmare corpi, anime e cuori per una presa di consapevolezza sempre più forte verso la Libertà e l’Emancipazione!

Connessioni senza Spazio e senza Tempo, semplicemente “Persi nel Ritrovo” .

Cosa ne pensate dei social come strumento di pubblicità e condivisione?

È normale che i social sono un ottimo strumento di condivisione, perché in un attimo puoi arrivare agli occhi e alle orecchie, sperando anche al cuore e all’animo, di miliardi di persone, ma è anche normale che da un altro punto di vista i social sono davvero uno strumento infernale, in quanto tutti possono scrivere qualsiasi cosa su qualsiasi cosa, ma la maggior parte delle volte ci sarebbe da fare solo una cosa: premere il pulsante OFF del telefonino o computer che sia (risata). Ne parlavamo proprio qualche giorno fa con l’amico e artista JAM P (MENTALY DOOF), che tra l’altro è presente nel nostro brano “PANDEMIA CEREBRALE”, dove hanno collaborato anche Marzia Stano in arte UNA e Gianni Masci di ELASTICO RECORD, che abbiamo scritto sulla situazione attuale in Italia e nel mondo che tutti stiamo vivendo. Parlavamo proprio del fatto che per fortuna siamo cresciuti nel periodo dove i social non esistevano e la musica e gli eventi erano tutt’altra cosa. La comunicazione era diversa e secondo noi era molto ma molto meglio prima!

Senza social, aggiunge Circuit Element (Poppy), c’era la voglia e la curiosità di andare a vedere il live di un gruppo anche sconosciuto. Ora secondo me, c’è meno attenzione e poca voglia. Vedersi un live ad “occhi bendati” è quasi diventata una cosa impossibile. Ora vien spontaneo controllare prima sui social, vedere quanti like ha un gruppo e in base a quello farsi un’idea… come abbiamo detto prima, con un click puoi arrivare a miliardi di persone, ma è molto pericoloso allo stesso tempo l’abuso che si fa dei social.

Come vedete il panorama musicale italiano?

Parlare del panorama musicale italiano in questo periodo è molto difficile. Scartiamo subito gli artisti che vengono fuori da tutti questi talent show che si stanno moltiplicando molto velocemente,danneggiando secondo noi la musica e la vera creatività degli artisti.Con il termine scartiamo vogliamo semplicemente dire che non ci va molto di parlare di questo panorama. Per il resto possiamo dire che comunque ci sono ancora delle realtà interessanti nei vari generi musicali,ci auguriamo solo che vengano fuori e che prendano più spazio nella scena.

Ovviamente nella scena “underground” ci sono tanti artisti che meritano di emergere! Non consideriamo nemmeno quello che fa passare il mercato musicale… la consideriamo solo merce per far arricchire case discografiche. Per non parlare dell’assenza di messaggio che per me è la morte dell’arte.

Negli anni ’90 la situazione era completamente differente,ricordiamo ad esempio la rivista “IL MACISTE”,dove venivano pubblicati vari articoli con tutti i gruppi alternativi emergenti del momento.C’è tanta nostalgia di quel periodo,dove secondo noi quasi tutto si è fermato.

Erano gli anni dove son venute fuori le migliori cose in tutti i generi musicali. Anni meravigliosi per l’Hip Hop e il Reggae,la nascita delle Posse, artisti che davvero hanno fatto la storia e rimarranno nella storia dell’ hip hop italiano.

Nel rock,nel noise,nello ska,nel punk,nel punk oi ,nel rock stady, abbiamo visto l’esplosione vera di tantissimi artisti autentici e pieni davvero di talento,di voglia di dire e di fare.Musica e Messaggio,Messaggio e Musica.  Come vedi,abbiamo parlato degli anni 90 e non del panorama attuale,ma è più forte di noi (risata). Dell’attualità lasciamo volentieri la parola ad altri… (ahahah)..

Credete più nel talento innato o nel duro lavoro?

Crediamo di più nel talento,ma senza duro lavoro si fa ben poco. La musica è passione e divertimento, ma per fare musica bisogna lavorare e tanto.Siamo cresciuti con la frase :”vaff****** a qualsiasi tecnica, quello che ci interessa è l’anima di chi suona”, però è ovvio che se c’è il giusto mix tra le due cose si esplode per davvero!

Ma crediamo anche che il duro lavoro porti ad avere talento, anche per chi non ce l’ha innato, perché ognuno di noi ha il proprio dentro, bisogna semplicemente non affogarlo ma tirarlo fuori!

Cosa consigliate ai giovani che vogliono intraprendere la strada della musica?

Consigli da dare a chi vuole intraprendere la strada della musica? Noi abbiamo semplicemente creduto nel nostro progetto musicale,siamo anche noi soltanto all’inizio, anche se Poppy (CIRCUIT ELEMENT) ha suonato per molti anni con la band JOLAURLO, ma la parola chiave è CREDERCI, crederci per davvero, perché se davvero si ha la voglia di dire la propria con la musica e si ha la costanza e la grinta, nessuno può fermarti!

Quali sono i vostri artisti di riferimento?

Siamo cresciuti, come abbiamo detto prima, negli anni 90.

LIZARD: l’artista che mi ha ispirato molto nella scrittura è senza dubbio Giovanni Lindo Ferretti dei CCCP – CSI – PGR, perché ha un modo di scrivere unico e autentico e come lui davvero pochi sanno descrivere determinati stati d’animo o determinate situazioni. Un altro artista che stimo davvero tanto nella scrittura e Francesco Di Bella dei 24 grana e non solo per i suoi testi,ma stimo molto i 24 Grana anche per la loro musica.Sono innamorato dei loro due primi album “LOOP” e “METAVERSUS”.

CIRCUIT ELEMENT: ho vissuto un po’ di anni a Berlino quindi ho avuto la fortuna di vivere delle realtà davvero autentiche nella musica elettronica. Moltissimi altri artisti hanno la nostra stima, come gli ASSALTI FRONTALI, DJ GRUFF, LA FAMIGLIA, GOPHER D, LOU X, DANNO DEI COLLE DER FOMENTO ad esempio per quanto riguarda l’hip hop italiano.

Possiamo citarti un po’ di gruppi che ci hanno accompagnato e ispirato negli anni: TREBLE LU PROFESSORE, 99 POSSE, CCCP e CSI, MARLENE KUNTZ, SONIC YOUTH, PIXIES,THE WHO, THE CLASH, SEX PISTOLS, RAMONES, MODERAT, PORTISHED, LALI PUNA, EDit, THE SMITH, IGGY POP, THE FUGEES e molti altri.

Cosa pensate della musica che ascoltano oggi i giovanissimi?

I giovanissimi di oggi ci dicono che ascoltano quasi tutti la Trap. Abbiamo provato ad ascoltarla anche noi ,ma abbiamo dovuto spegnere le casse.Non tanto per la musica in se, ma… cosa dicono questi artisti nei loro testi? Come lo dicono? “Perché lo fai”, diceva una canzone di Masini… ecco, ve lo chiediamo anche noi: perché lo fate?

A noi il mondo trap non piace per niente! Della musica che ascoltano i giovani, aggiunge ancora Poppy (Circuit Element), ho paura dei contenuti… ho letto testi abominevoli nella musica trap, ovviamente non condanno il genere ma i contenuti….vuoti e a volte offensivi riguardo il genere sessuale femminile. Noi siamo contro ogni forma di discriminazione di genere. Ma sicuramente, e lo spero, ci sarà qualcuno che faccia trap con qualche bel testo!

Shock Very Noise pagina Facebook: https://www.facebook.com/shockverynoise/

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *