ARTISTA ALLO SPECCHIO: BINDOLO

Ciao Bindolo presentati ai lettori di Music in Black

Bella massicci di “MUSIC IN BLACK” mi presento sono Alessandro De Pascali in arte “BINDOLO” sono un giovane cantante da più di 10 anni attivo nella scena “reggae” salentina, ed è proprio dall’amore per la musica e della mia terra che nasce la mia passione.

Da dove nasce l’idea del tuo nome d’arte?

Il mio nome d’arte deriva dal soprannome dato a mio fratello maggiore il quale me lo ha tramandato.

Descriviti con 3 aggettivi

Solare,deciso e Dinamico sono i 3 aggettivi che più mi rappresentano. Sia come artista che nella vita di tutti i giorni.

Hai sogni nel cassetto?

Il mio sogno nel cassetto sarebbe quello di aprirlo e trovarlo pieno di soldi, sarebbe il top… comunque scherzo, il mio reale sogno nel cassetto sarebbe quello di condividere il palco con i miei artisti preferiti.

La tua citazione preferita?

“La musica può rendere gli uomini liberi”.Cit Bob Marley.

Il film più bello?

Difficile dire qual è il mio film preferito dei tanti che ho visto, ma posso dire che quello che mi ha colpito di più è “IN TIME”, andatelo a vedere non spoilero nulla .

Quali artisti ti hanno ispirato nella tua musica?

Il gruppo musicale che più mi ha ispirato ovviamente fa parte della scena reggae salentina ovvero i “SUD SOUND SYSTEM”, i primi a portare questo stile nella mia terra,insieme a loro buona parte di ispirazione l’ho presa anche da uno degli artisti più famosi jamaicani… ovvero il sound e lo stile del mio artista preferito “BOUNTY KILLER”.

Come ti vedi tra 10 anni?

Non mi programmo nulla perché la vita è inaspettata, di certo vorrei realizzare i miei sogni sia quelli personali che quelli artistici.

L’album più interessante che hai ascoltato?

Uno dei miei album preferiti che ha vinto i “Grammy Award” per il miglior album Reggae 2017 è quello di Damian Marley “Stony hill”. E il singolo che più mi è piaciuto con sonorità lente, cori orchestra e assoli di chitarra è “Autumn Leaves” in cui la protagonista assoluta è la voce di Damian che canta “La vita è piena di speranza”.

Se tu potessi trascorrere un giorno con un artista vivo o morto chi sceglieresti?

La risposta sembra scontata ma Bob Marley secondo me potrebbe trasmettermi emozioni non da poco. Quindi una bella giornata con Bob sarebbe stupenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *